in

Oggi è il ‘Blue Monday’ e… non ne sentivamo il bisogno

Il terzo lunedì dell’anno è diventato il giorno più triste

No, non è la giornata dedicata alla canzone degli Eiffel 65 (anche se sarebbe il caso di crearne una, non credete?).

Pare che la nuova moda sia quella di istituire giornate dedicate qualsiasi cosa.
Perfino alla tristezza.

Forse ricorderò male io, ma negli anni 90 e inizio 2000 non c’era questa tendenza a cercare a tutti i costi di associare un giorno a qualche cosa in particolare.
Ok, c’erano le feste comandate e le giornate intitolate ed eventi di indubbia importanza storica e religiosa, ma l’impressione è che a qualcuno stia sfuggendo la mano.

D’accordo, queste giornate non hanno niente di istituzionale e non sono nemmeno segnate sui calendari… quindi sono riconosciute solo da chi intende farlo e nella misura in cui intende farlo.
Ma è sempre più evidente che si tratti di espedienti mediatici per fare notizia (sì, probabilmente compresa questa).
Sta a noi darci più o meno importanza.

Se volete sapere cos’è il “Blue Monday“, continuate a leggere…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

Questo sarà il suo ultimo anno. L’addio struggente che spezza i cuori ai Whovian

Commodore 64 sfida Windows 10