in

Noi che il cellulare era un lusso, con il credito, le lire, gli squilli, gli SMS…

Niente campo, SMS a pagamento, niente internet: la generazione del millennio scorso

L’evoluzione dei cellulari dell’ultimo decennio ad oggi è stata incredibile. Se oggi abbiamo lo smartphone, prima in tasca c’era un vero e proprio “ignorantphone“.

Le nostre abitudini sono cambiate completamente e, ripensando a quello che facevamo anni fa, ci pare siano passati centinaia di anni.
Un quindicenne di oggi difficilmente può capire il perché di certe cose, come probabilmente noi facciamo fatica ad immedesimarci con le generazioni che ci hanno preceduto.

Trovare campo, gli squilli, il credito, niente internet, la rete GSM, i display a 3 righe a 1 colore… quante cose ora sono diverse…
Ricordiamole insieme!

Alla fine degli anni ’30 del secolo scorso, durante la Seconda Guerra Mondiale, compare il primo radiotelefono, che diventa poi un marchingegno di 40 kg negli anni ’60 (capace di effettuare solo due chiamate al giorno), fino all’arrivo del primo telefono portatile nel 1973 per opera dell’ingeniere americano Martin Cooper.

Continuate a leggere per viaggiare nei nostri anni ’90…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

Trainspotting 2 (T2): torna il cult anni 90 dal 23 febbraio in Italia [VIDEO]

Come sono oggi i personaggi di “Willy, il principe di Bel-Air”?