in

Ci lascia Stephen Hawking: ma sai chi era?

Non condividere e basta: scopri chi era Stephen Hawking

Oggi, 14 Marzo 2018, ci lascia un grande della fisica: Stephen Hawking, un mito tra buchi neri e origine dell’universo.

“Per quanto difficile possa essere la vita, c’è sempre qualcosa che è possibile fare. Guardate le stelle invece dei vostri piedi”

Nato a Oxford nel 1942, era malato di SLA fin dall’età di 21 anni e, nonostante gli avessero dato 2 anni di vita rimanenti, lo scienziato ha vissuto fino ad oggi, all’età di 76 anni.

“Siamo profondamente rattristati per la morte oggi del nostro padre adorato. E’ stato un grandissimo scienziato e un uomo straordinario. I suoi lavori vivranno ancora per molti anni dopo la sua scomparsa. Il suo coraggio e la sua perseveranza, insieme al suo essere brillante e al suo umorismo, hanno ispirato persone in tutto il mondo.”

Così commentano i tre figli Lucy, Robert e Tim, annunciando così la scomparsa del padre, noto soprattutto per i suoi studi sui buchi neri, sulla cosmologia quantistica e sull’origine dell’universo. La morte è avvenuta nella sua casa a Cambridge.

E’ grazie a lui se oggi abbiamo la teoria cosmologica sull’inizio dell’universo e la termodinamica dei buchi neri. Inoltre era famoso, oltre che per il suo lavoro nel campo dell’astrofisica, anche per le sue pungenti battute: “La vita sarebbe tragica se non fosse divertente.” E, ancora: “Il più grande nemico della conoscenza non è l’ignoranza, è l’illusione della conoscenza”.

Non è stato solo un grande fisico, matematico, cosmologo e astrofisico. La vita di Hawking e la sua carriera hanno ispirato film per la tv e il cinema, come La Teoria del tutto, adattamento della biografia scritta dalla ex moglie e madre dei suoi tre figli, ma vediamo quali sono stati i punti salienti della sua vita.

Hawking, come abbiamo già detto, nasce ad Oxford nel 1942 e, a soli 20 anni, si laurea in Fisica all’Universitàdi Oxford e inizia a studiare astronomia a Cambridge, dove nel 1966 pubblicherà la sua tesi sulle “proprietà dell’universo in espansione”.

Nel ’64 la scoperta della malattia e un anno dopo arriva il matrimonio. dal quale avrà 3 figli. All’età di 37anni diventa Professore di Matematica all’Università di Cambridge dove terrà al cattedra per 30 anni, mentre 6 anni più tardi perderà l’uso della parola in seguito ad una polmonite, problema che lo costringerà a parlare attraverso un computer.

Nel 1988 pubblica un libro “Dal big bang ai buchi neri. Breve storia del tempo”, un libro di divulgazione scientifica in cui spiega i più grandi principi della cosmologia e nel 2014 esce il film “La teoria del tutto” a lui dedicato.

Se anche voi volete dirgli qualcosa, potete farlo attraverso i nostri canali come il gruppo NOSTALGIA CANAGLIA, Facebook e Twitter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Quante cose puoi fare con un barattolo di Nutella? #HackTheIcon

Raven: come sono gli attori oggi?