in

Noi che il cellulare era un lusso, con il credito, le lire, gli squilli, gli SMS…

Niente campo, SMS a pagamento, niente internet: la generazione del millennio scorso

VIDEO E FOTO: QUESTI SCONOSCIUTI

Le fotocamere stavano timidamente comparendo su alcuni modelli di cellulare, quelli più costosi. La qualità non era nemmeno lontanamente paragonabile al peggior modello oggi sul mercato: la risoluzione VGA era già un lusso per pochi.

Le foto erano quindi approssimative, con poche opzioni (scordiamoci la messa a fuoco, panoramiche e ritocchi fotografici) ed i video duravano solo pochi secondi (minuti) ed erano in formato ultra compresso (era in voga il formato .3gp, appunto creato per salvare i video con il miglior compromesso tra dimensioni, durata e qualità).

Tutto doveva avere dimensioni minime sia per le memorie limitate dei cellulari (non esistevano le espansioni di memoria), sia perché il messaggio doveva essere trasportato su reti completamente diverse da oggi: non c’era internet ed i messaggi multimediali (MMS) non potevano superare dei limiti imposti dagli operatori telefonici.

Mentre oggi abbiamo letteralmente un universo di contenuti multimediali prodotti dai telefoni prodotti in ogni situazione (dal foodporn ai selfie, qualsiasi cosa è documentata), con annessi vantaggi (memoria storica) e svantaggi (bullismo, ricatti, diffusione di video non leciti)… in quegli anni vivevamo senza l’ossessione dell’immortalare il momento.
Anche perché passare un dato da telefono a telefono o da telefono a computer era un’impresa per pochi…

Più liberi, forse…

What do you think?

0 points
Upvote Downvote

Written by Super Saiyan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Trainspotting 2 (T2): torna il cult anni 90 dal 23 febbraio in Italia [VIDEO]

12

Come sono oggi i personaggi di “Willy, il principe di Bel-Air”?