in ,

Altro che lieto fine! Ecco le vere storie delle principesse Disney

Leggendo queste storie sarete felici di essere cresciuti con le versioni soft della Disney

Rimarrete scioccati nel leggere nelle pagine che seguono che le favole con cui siamo cresciuti da bambini non assomigliano per niente (ma proprio per niente!) a quelle originali destinate a molte generazioni fa.

Particolari turpi, finali tragici quasi in stile “Saw l’enigmista”: è molto prababile che i destinatari di queste storie non fossero i bambini, ma piuttosto un pubblico più adulto. E che la morale fosse completamente diversa da quella odierna, specchio anche di tempi davvero lontani dai nostri.

Sono stati i fratelli tedeschi Jacob Ludwing Carl Grimm e Wilhelm Karl Grimm, già dal ‘700, a raccontare e scrivere favole prendendo spunto da credenze popolari e fatti accaduti che non sempre avevano un lieto fine.

Anni dopo, l’imprenditore americano Walt Disney le ha rivisitate, rendendole adeguate ad un pubblico di più piccoli.

Anticipiamo che i dettagli delle storie originali non sono per niente piacevoli e che sicuramente vi lasceranno un po’ di amaro in bocca.
Se ve la sentite di conoscere gli originali di Cappuccetto Rosso, Biancaneve, Cenerentola ed altre favole, continuate a leggere…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

Pazzesco: 10 personaggi cartoni sosia dei vip!

Crash Bandicoot: come tutto ebbe inizio